Quello che facciamo tutte le sere: tentare di conquistare il mondo

Ieri ho trovato sulla metro un mio compagno delle medie (ho trovato anche mio cugino, che è salito alla Gobba perché tornando dall’università aveva sbagliato e stava finendo a Cologno -ha la brutta abitudine di non accertarsi della destinazione prima di accedere ai treni– but that’s a different story altogether), che mi ha chiesto cosa studiassi ora. Giurisprudenza. Cazzo, bello. E il tuo moroso cosa fa? Scienze Politiche Relazioni Internazionali. Ah, e cos’è? Non è che ne abbia un’idea chiarissima, ma credo traccino e ritraccino i confini del Belgio, e poi leggono un sacco di giornali, proprio le notizie, non solo i titoli come faccio io per darmi un tono. Uh, ma volendo potrebbe fare il diplomatico? Bah, credo di sì, uh, lo sai che il concorso per entrare nel corpo diplomatico si può tentare solo tre volte nella vita? Non lo sapevo, ma se lui ti somiglia anche solo un pochettino, Jules, nel giro di dieci anni prevedo una vostra presa di potere diarchica dell’Europa. Ah, uh, grazie! Altrettanto.

Momento amarcord: ieri sono andata all’ipermercato per comperare un (1) quaderno. Sono tornata con uno scontrino di 22 euro, tutto nel reparto cancelleria. Ho comperato i post -it costosissimi da carta riciclata “perché erano di un bel verdino”, e si intonano al colore delle pagine del mio libro di Privato.  Ho sbavato di fronte agli stick di colla a caldo con la porporina dentro, rinunciando solamente perché il mio rapporto con le fonti di calore è troppo burrascoso per impegnare le risorse finanziare necessarie all’acquisto della pistola. Non c’è bisogno di attirarmi con un battage pubblicitario, sono la consumatrice di cancelleria perfetta, se non tenessero le biro colorate nei supermercati andrei in Ungheria dai discendenti del signor Bic a supplicare che me ne vendano un po’. Comunque, dicevo, momento amarcord: in seconda elementare avevo un temperino bellissimo, di quelli a serbatoio, che -purtroppo- ha fatto una fine tragica prima che io riuscissi a conseguire l’agognata licenza elementare. Ieri ne ho comperato uno UGUALE, identico. La gioia più selvaggia e scatenata a solo un euro e trentacinque, roba che sembrava avessi vinto all’Enalotto. Ho passato tutta la serata di ieri a temperare pastelli. Vi ho anche fatto un disegnetto*:

Altro, differente momento amarcord: prima stavo vedendo su youtube un’intervista, i cui contenuti ho largamente rimosso, all’Illustre Figuro – boy, I like the way you talk (non ho opinioni precise riguardo the way you walk, invece, Suzie Q, mi dispiace). Ne è scaturita l’idea per un album concettuale, una raffinata tessitura d’archi su cui spiccano decise le voci di centinaia di romagnoli di tutte le età e provenienze che pronunciano un casino di parole con la zeta, tipo “parabrezza”. Oh, io lo comprerei. Anche più volentieri, se ci allegassero un paio di biro colorate.

——————————-

* La marca del temperino, ovviamente e purtroppo, non è “Blub”. Però non voglio fare pubblicità, mi cullo nell’illusione di essere l’unica a possederne ancora un esemplare, miracolosamente arrivato ai giorni nostri attraverso uno strappo nel tessuto spazio-temporale. Quindi cicca, beccatevelo con scritto “Blub”.

Annunci

14 thoughts on “Quello che facciamo tutte le sere: tentare di conquistare il mondo

  1. Anche io continuo a comprare cancelleria “Amarcord”.
    L’ultima retata (in una piccola cartoleria con fondi di magazzino anteguerra): mega biro con 10 colori profumati, difficile da impugnare, scrive malissimo,puzza. l’adoro.
    Il pacchettino di 10 penne assortite col gel: colorato, alcune coi lustrini, fluo e un paio pure glow in the dark–> è tanta cosa.
    Gomme pane: almeno 3 da mischiare, per averne una più grossa..che figata.
    Vinavil. per farci il “gommage” alle mani.
    su dai chi non lo fa?

    ;D ciauuuuu
    Momo

  2. immagino di essere di un’altra generazione se annusando profumo di fragola sintetica mi sovvengono quelle penne multicolor e multiodore racchiuse in un unico involucro che negli anni a venire sarebbero state utilizzate dalle leggiadre compagne di classe come… ehm…

    ebbene… questo per me è amarcord!

    ps: che fa di bello il tuo compagno delle medie?
    questo non ce l’hai detto (non che questo sposti l’asse terrestre, c’hanno già pensato in altro modo la settimana scorsa)

  3. Farmacia, perché l’han segato al test di medicina. Compagno di corso del mio amico F., quello che ha la morosa tremenda.

  4. Slurp, anch’io sono fissato con la cancelleria: ho costruito un apposito marchingegno (leggasi elastico avvolto tre volte) che mi permette di raggiungere estasi di felicità cancelleriaca facendo salire su e giù sei Tratto di colori diversi attorno al perno costituito dalla cancellina. Non è una cosa adorabile?

    (il titolo in italiano!, in italiano!, devo preoccuparmi?)

  5. @G: è quella che intendevo io :D la BIRIBIRO!!

    @Jules: anche il Mio Uomo ha fatto farmacia per lo stesso motivo…

    @Il Bisca: cosa hai fatto con l’elastico? O_o cancellina=scolorina? ahahaha devo provarci (ovvio qua in ufficio sono l’unica con 3 portapenne carichi di stronzatine di cui sopra!!)

    ^_^ Momo

  6. Cazzo, G, le Birobiro!
    Il solo rievocarne il profumo, persistente letteralmente anni (credo che se ne rintracciassi una, a casa, saprebbe ancora di Birobiro), mi ricorda l’antiergonomica pennona.
    Da piccolo la leccavo, convinto che fosse l’inchiostro ad emanare quel fastidiosissimo, but oh, so sexy, olezzo.

  7. Ce l’avevo anch’io! E avevo anche un ulteriore set di sei biro dalle chimicissime profumazioni fruttate. Però no, non leccavo l’inchiostro – mangiavo la colla stick, in compenso.

  8. Anch’io sono una grande fan della cancelleria varia :-)

    Così, tanto per sapere: chi è l’Illustre Figuro?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...